COMITATO SCIENTIFICO

L’autorevolezza del Premio Sonego è certificato da un comitato scientifico e artistico composto da autori, giornalisti e professionisti della sceneggiatura che di edizione in edizione si occupano di supervisionare la creazione del progetto offrendo la loro visione, stimoli e facendo un’attività di mentoring per lo staff curatoriale del concorso.

Giulio Sonego

Figlio di Rodolfo, lo sceneggiatore, nasce a Roma nel 1955. Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università “La Sapienza” Roma nel 1984, è Dirigente Medico dal 1992 presso il Day Surgery ed il Melanoma Unit dell’I.D.I.

Sin dalla sua creazione partecipa attivamente al Premio supportando il progetto.

Massimo Gaudioso

Sceneggiatore, attore e regista, si fa notare nel 1995 grazie al cortometraggio Il caricatore, che, dopo diversi riconoscimenti, diventa un premiatissimo lungometraggio nel 1996. Gaudioso si distingue soprattutto come sceneggiatore; tra i molti film da lui scritti ci sono Il passato è una terra straniera (2008) di Daniele Vicari, Benvenuti al Sud (2010) di Luca Miniero, L’abbiamo fatta grossa (2016) di Carlo Verdone. È, inoltre, sceneggiatore abituale di Matteo Garrone, con cui ha firmato L’imbalsamatore (2002), Primo amore (2004), Gomorra (2008), Reality (2012), Il Racconto dei racconti (2015) e Dogman (2018). Per i suoi film ha vinto tre Ciak d’oro, due David di Donatello, due Nastri d’argento, due Premi speciali della Giuria al Festival di Cannes e un European Film Award.

Chiara Laudani

Nasce a Cagliari nel 1970, dopo aver conseguito il Master in tecnica della narrazione alla scuola Holden. 

Vince il premio Solinas con il soggetto Un indiano metropolitano. Vince il festival Corto in Bra con la sceneggiatura del cortometraggio Bondy Beach. Vince il premio Medusa distribuzione con la sceneggiatura di Shimessalinu! Che D…o ce ne scampi e liberi!

Scrive per il cinema (Il giorno più bello, Questa notte è ancora nostra, Tre giorni dopo), per la TV (Extravergine, Tutta colpa di Freud – la serie, The Comedians, Donne di Camilleri, Il giovane Montalbano), per documentari (La guerra dei vulcani, Il mondiale dimenticato, Looking for Kadija).

Alfredo Covelli

Nato a Roma nel 1979, Alfredo è un produttore cinematografico, regista, sceneggiatore, insegnante di sceneggiatura, e scrittore. Dopo il diploma lavora come assistente alla regia e nel 2005 vince il Premio Solinas (che vincerà più volte) e diventa sceneggiatore di film e serie televisive. Nel 2012 fonda la sua casa di produzione e produce film di diverso genere e durata, selezionati dai maggiori festival internazionali. Lavora anche come consulente di sceneggiatura in India e Scozia, ed insegna sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 2019 pubblica il romanzo Il libro nero dei Parioli con Castelvecchi, e nel 2020 il romanzo per ragazzi in lingua inglese Vahana Masterclass con la casa editrice Scholastic. Sempre nel 2020, fonda una casa di produzione cinematografica a Glasgow, in Scozia.

Simone Fenoil

Simone Fenoil è nato a Torino nel 1978. È fondatore e ricopre per 4 anni la carica di Presidente del network europeo NISI MASA, realtà composta da 28 associazioni europee, che crea progetti di sostegno rivolti a giovani registi emergenti ed appassionati di cinema.

Ha lavorato per tre anni per le politiche giovanili della Città di Torino, occupandosi dei centri giovanili cittadini. Dal 2003 al 2007 è stato  responsabile di redazione del canale televisivo sperimentale Extracampus TV, Università degli Studi di Torino, gestendo la formazione degli studenti e la produzione di format TV.

Dal 2007 lavora per la Scuola Holden, dove si occupa, tra le altre cose, di costruire progetti formativi professionalizzanti legati all’audiovisivo e di progettazione Europea (MEDIA, Creative Europe, Erasmus +).

Emilio Randon

Scrittore e giornalista professionista dal 1981, inizia la sua attività negli anni ’70 in alcune riviste della sinistra storica milanese. Dal 1979 al 1983 è a Paese Sera a Roma, nel 1983 a Bologna alla fondazione della televisione NTV, dal 1984 al 2014 al Gruppo Gedi Espresso Repubblica. Attualmente scrive per le Edizioni Locali di RCS. Nel 2006 crea il Premio Rodolfo Sonego in collaborazione con Viviana Carlet.

Massimo Benvegnù

Padova, 1972 – critico e programmatore cinematografico, docente di Legislazione dei Media all’Universitá di Udine e al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Ha collaborato con diversi festival ed istituzioni culturali italiane ed estere, tra cui la Mostra del Cinema di Venezia e il Locarno Film Festival. Si é aggiudicato l’Haghefilm Foundation Award nel 2010, la Targa Adelio Ferrero per il contributo alla cultura cinematografica nel 2020, ed é stato a capo della commissione Programmazione e Accesso della FIAF, la federazione mondiale degli archivi cinematografici, dal 2017 al 2019. Autore di diversi saggi e monografie, è membro onorario della Cinémathèque française.